Risposte

Associazione per lo sport, la musica e il tempo libero di bambini e ragazzi autistici

Foto


Famiglie

L'autismo è stato ed è ogni giorno il nostro punto di partenza, L'autismo in un mondo fatto di parole ti chiede di fermarti ad osservare, ascoltare i gesti e comportamenti. L'autismo è fatto di scambi di sguardi e non di parole. L'autismo ti chiede di non smettere mai di provarci e di credere, perché se una cosa non ci riuscirà oggi non è detto che non ci possa riuscire domani. L'autismo non conosce bugie o mezze verità.... L'autismo è autentico, un giorno lo amerai e un giorno l'odierai.... L'autismo e mio figlio sono una cosa sola... E il mio compito è accettarlo...

Secondo me l'autismo non è una malattia, è un modo diverso di percepire il mondo. A volte può esse complesso vivere con una persona con autismo.

La persona con autismo coglie cose per noi insignificanti e viceversa Tutte le persone con autismo hanno il diritto di essere accettate e di vivere al massimo!

Chiuso nel mio guscio osservo il mondo con apparente distacco ma percepisco tutto, talvolta anche più intensamente degli altri.

Un tuffo nel mare profondo… quanto è difficile nuotare in questo buio, non capisco dove si trova la superficie, mi manca l’aria, mi sento impotente, confusa… ma intanto nuoto e nuoto … disperatamente. Perché non ho altra scelta, per me e per lui.

Per me una vita e famiglia distrutta.

Ciao per me l'autismo di mia figlia si può' definire così: un disturbo comportamentale che con tanta forza e volontà, i miglioramenti si vedono … cosa dire: forza ora si può fare!

L’autismo per me è come una campana di vetro. Dove mio figlio è chiuso dentro ed io da fuori provo a comunicare con lui. A volte lui mi guarda e riesce a capire quello che dico, a volte sta per il fatto suo e non percepisce nemmeno la mia presenza.

È come programmare un viaggio in Italia e atterrare il Olanda

Ci ho pensato, ma faccio fatica a mettere giù una frase. Forse mi verrebbe da dire che l'autismo è un buco nero che ci avvolge e tutto cambia e tutto trasforma, il mio bambino, tutti noi e le nostre vite. Il dolore di vedere il mio figlio stare male è qualcosa che mi logora dentro e spesso mi fa sentire sola di fronte a questa malattia che è come un gigante che tutto schiaccia. Solo la fede mi permette di vedere in lontananza una piccola luce di speranza a cui aggrapparmi con tutte le mie forze e in cui trovare un po'di pace.

 

Foto


Tutti gli Altri

Per tanti "autismo" è una parola come tante altre! Ma per altri questa parola cambia il modo di vedere il mondo!

È come essere chiusi dentro una scatola .... a fatica si riesce a trovare uno spiraglio di luce! E quando lo trovi ti aggrappi con tutte le forze per avere un attimo di respiro!

Autismo è una parola come tante altre ma in realtà nasconde tanti sentimenti difficili da capire e da far capire!!

È un disturbo del cervello, i bambini non parlano e non capiscono e rimangono per sempre bambini.

Riassumendo il mio pensiero, probabilmente banale ma è, che chi è affetto da autismo vive in un suo mondo senza ne regole ne pregiudizi.

L' autismo per me è un mondo nuovo, sconosciuto, misterioso e inesplicabile ma allo stesso tempo è un mondo che mi ha insegnato a credere e rispettare le persone, indipendentemente dai loro limiti fisici e personali.

L’autismo (dal greco αὐτός (aütós) - stesso) è un disturbo del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell'interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza d'interessi e comportamenti ripetitivi... Questa è una delle tante definizioni che si possono trovare in Internet Io preferisco pensare: autismo, un’occasione di scoperta e di meraviglia del mondo delle relazioni umane.... momenti unici dove un semplice sguardo acquista un significato impronunciabile.

L’autismo è quella persona molto intelligente che ama stare da sola.

L’autismo .. per me: non servono lenti, bacchette, binocoli e altri magheggi, per scovare in esso un altro mondo dentro a quello che noi viviamo! L’autismo è INSEGNAMENTO, PAURA, INCOMPRENSIONE ma non STUPIDITA’! L’autismo è imparare a guardare con i “suoi” occhi.

L’autismo è la libertà di vedere e vivere una vita senza regole

Sono dei ragazzi speciali con tanta ricchezza da dare, meritevoli di amore e affetto e tante cure. Tutti dovrebbero imparare la loro freschezza e ingenuità.

Autismo è la forza di armarsi contro se stessi. Io la persona autistica la vedo cosi, imprigionata dentro una mente che in realtà è lucida e piena di punti di forza.

A come amore U come uguaglianza T come timore I come intensità S come solitudine M come messaggi O come oblio

L'amore che, come ogni persona, anche loro nutrono verso il mondo intero, proprio perché sono persone, bambini, ragazzi, adulti, anziani, uguali a noi, in tutto e per tutto, con i propri obiettivi, le proprie passioni, i propri desideri, i propri pregi e i propri difetti, hanno anche loro dei timori, ma nonostante questo vivono la loro vita intensamente...incontrano spesso delle difficoltà, che senza qualcuno vicino non riuscirebbero, magari, a superare, e per questo vengono derisi, umiliati o presi in giro, ma questo li porta in uno stato di solitudine per via del quale soffrono ancora di più. I loro gesti, a volte buffi o strani, così come i loro gridolini o i loro sguardi, sono dei messaggi, messaggi inviati con il cuore, messaggi che, se accolti, li aiutano ad uscire dall'oblio nel quale si trovano.

Impariamo ad essere tutti uguali nelle nostre diversità, amiamoci gli uni gli altri e rendiamo questo posto un mondo migliore.

"Pensavo che l'autismo fosse una malattia cerebrale e invalidante e chi ne fosse affetto non avesse un intelligenza limitata. Ho scoperto che mi sbagliavo enormemente. Ci sono invece moltissimi diversi livelli di intelligenza e infiniti motivi che rendono uniche queste persone!"

Che cos'è l'autismo? È un modo di percepire il mondo, l'umanità è la vita senza filtri e senza falsità. Se fossimo tutti un po' più autistici, esisterebbero meno differenze, più solidarietà e più giustizia sociale

Ad Angelina

Ricordo il tuo nome e il tuo viso ... Ricordo le nostre chiacchierate sulla salute che ti stava lasciando... Ricordo i tuoi occhi quando mi parlavi di lui, il tuo ragazzo ritirato nel suo mondo che solo tu e pochi altri potevano entrare...Ricordo l espressione del tuo viso al pensiero dopo di me...Ricordo il tuo desiderio di essere più leggera ... poi lo sei diventata. Un abbraccio amica coraggiosa